ABET LAMINATI 2016 | NUOVI PRODOTTI, NUOVI PROGETTI

12 febbraio 2016

Nell’anno della XXI Triennale dal titolo emblematico “Design after Design”, Abet Laminati, dopo la realizzazione del Teatro dei Burattini nel 2015, architettura teatrale permanente progettata da Atelier Mendini, è tornata giovedì 4 febbraio nella sede della prestigiosa istituzione milanese per parlare del futuro.

Da sempre i laminati Abet sono stati interpretati da grandi architetti e designer, a cominciare da Ettore Sottsass e Alessandro Mendini, fino alla nuove leve di progettisti, italiani e stranieri. A fronte di un mercato sempre più globale, dove la differenza costituisce uno dei valori progettuali fondamentali per fare in modo che i materiali siano riconoscibili, è necessario fare innovazione senza però dimenticare le proprie tradizioni. Questo per Abet Laminati significa fare ricerca anche in collaborazione con i creativi più attenti puntando sempre alla qualità, sia tecnica, sia estetica.

Così è stato per il Teatro dei Burattini e così è per i nuovi prodotti; tra gli altri: Polaris, rivoluzionario e performante, ideale per l’evoluzione dell’architettura e del design. Per raccontare questo percorso di Abet Laminati, oltre ad Alessandro Mendini, sono intervenuti alcuni protagonisti del Made in Italy: Lorenzo Damiani, Diego Grandi, Giulio Iacchetti, Perry King, Alberto Meda, Matteo Ragni, Marc Sadler, Clino Trini Castelli, Cino Zucchi.

Abet Laminati interpreta così il grande tema della XXI Triennale, ovvero un design all’altezza delle domande della nuova modernità, senza dimenticare che in mancanza di visioni e soluzioni concrete non è possibile disegnare superfici capaci di parlare il linguaggio del futuro e dell’immaginazione.